Galatea Belga Broderies

Bienvenue sur mon blog . Un peu de ma vie mais pas nécessairement le plus essentiel…

18 décembre, 2016

Leur Nuit est toujours sans Étoiles

Classé dans : 2016,Les autres,Life,Non classé,Tristes — galatea @ 23:49

news_img1_68344_neve-sicilia

Affligée

par une paresse

de modification en pire

je me balance entre les jours.

Tout le mauvais

monte dehors

et ses images sont nouvelles neige

qui tombe noire

sans recouvrir de blanche justice

un monde d’horreurs.

Dans mon cocoon

glace l’envie de ressortir

mes sans soucis

des vers dorés et parfumés

de joie pure .

Ainsi est la vie :

tu nais ici, sur le fil dur

qui tout soutient;

l’autre a eu la chance d’etre bercé

par l’injustice et l’infinie manque de paix

par l’absence d’un brin d’espoir

par le silence

sans voix d’archanges

sans la chaleur des bras qui ouatent.

 

U cielu d’iddi n’avi mai stiddi.

Mi nnacu
tra un jornu e llautru
pigghiata di putrunaria
Picchi si propriia u voi sapiri:
mi scantu di stari chiù peggiu.
I cosi tinti
dda ffora chianunu comu muntagni
e scinni tanta nivi frisca
ma è niura niura
pari na cutra ca cummogghia
u munnu sulu di gran spaventi.

Intra o me nitu
fazzu ghiacciari tutti i me gioii cchiù spinzirati
e ddi poesii incuti d’oru e di proffumo .
Chista è a vita:
tu nasci cca,
supra nu filu ca teni sempri;
l’autru dda bbanna, cchiù sfuttunatu
iavi pi balii donna Ngiustizia
e Mancanza di Paci
e resta sempri senza spiranza
nta nu silenziu ca non avi angiuli
e mancu brazza ca lu caudia cu na carizza.

dialetto di Mitogio a cavallo delle province di Messina e Catania.

Mi dondolo/tra un giorno e l’altro/presa da una certa pigrizia/Perchè se proprio lo vuoi sapere/ ho tanta paura di stare peggio /Le cose malvage/fuori aumentano come montagne/e scende tanta neve fresca/ ma è nera nera/ sembra una coltre che copre/il mondo solo di grandi orrori/ Dentro il mio nido/faccio gelare le mie gioie più spensierate/ e quei versi impregnati d’oro e profumi/ Questa è la vita:/ tu nasci qui/sopra un filo che sempre tiene;/ l’altro, in un altrove , più sfortunato/ ha come balie donna Ingiustizia e Mancanza di Pace/ e resta sempre senza speranza/ dentro un silenzio che non ha voci di angeli/ e neanche braccia che lo riscaldino con una carezza.

 

 

Image de prévisualisation YouTube

 

7 décembre, 2016

Écrin ou Chaudron ?

Classé dans : 2016,Amicizia,Amore,Life,Un peu de moi... — galatea @ 22:14

 Écrin ou Chaudron ? dans 2016

Les feuilles sont mortes:

elles sont tapis

parterre jauni qui attend la neige.

Peut-être encore

on reverra la vie luisante

encore charmer. mais maintenant…

Tout ce que sort

est recueilli, essence amorphe

d’un vivre étrange.

Est-ce de l’eau, du grand jus de vie

ou juste d’un corps la vile sueur

du mauvais cru ?

Dans l’air, diffus

il y a des doutes

des pas trop faux

du négligeable et de la rage

presque vieillie.

As-tu du sucre

ou du vinaigre pour transformer

ce tas d’ordures

en liquoreux bouillon d’espoir ?

 

 

1 décembre, 2016

Ti scrivo sempre

Ti scrivo sempre dans 2016 13119855_978568808859010_2228680024611125765_o

 

I miei silenzi

non sono mai vuoti di pensieri

e le parole, da qualche parte accumulate,

a volte esondano

come torrenti troppo pieni.

I miei silenzi

sono sculture spesso elaborate

di costruzioni autosufficienti

o negazioni senza sofferenza.

I miei silenzi

hanno trame fitte di ricordi

di vita piena

vissuta ogni istante

e respirata a pieni polmoni

anche se …

l’ossigeno a volte è assente.

I miei silenzi

sono impregnati di tanto lerciume

di tutto quel pattume

che ci scorre intorno

eppure amo ancora sigillare

un pizzico di bello

un filo di autentica attenzione

per farne scrigno

per avere sempre

da dove ripartire

e amare , amare sempre amare.

 

 

 

Image de prévisualisation YouTube

 

 

Aspettando ?

Aspettando ? dans 2016

 

Non aspetto più nulla.

Galleggio spesso

e, quando posso,  so anche volare.

Volo da sola

ma anche in compagnia.

Mi basta poco per volteggiare

guardare il mare

stare ad ascoltare

piena di stupore

di questa vita un ‘altra nota piena.

Ignoro tutto degli arraffatori

dei terroristi dei sentimenti buoni

e seppellisco tra pesanti coltri

le loro ingrate trame.

Respiro bene

tra doveri e speranze

l’utile , il fare

sono le mie bandiere.

Pr chi mi cerca

ci sono e con loro faccio sempre

grande festa

perchè la vita è armonia

quando si suona insieme agli altri

come in un’orchestra.

 

Image de prévisualisation YouTube

19 novembre, 2016

L’altra sera…

Classé dans : 2016,Amicizia,In italiano,Les autres,Life — galatea @ 6:15

a2b58c2a20d33efcbb8f3835ab3deb8b--chicago-skyline-skyline-art

Ho visto l’altra sera

un uomo già un po’ curvo

girare verso destra.

Aveva il passo stanco

qualcosa tra le mani

e tanto freddo addosso

da farlo rallentare

come avesse una catena.

Ho visto l’altra sera

la donna sua compagna

andare ancora altera

la chioma tutta argento

con fili di alba chiara.

Sembrava un po’ svuotata

di ardori e « poi » futuri

ma aveva tra le mani

un cesto quasi pieno

di angosce traboccanti

con macchie molto brune

e, lungo tutto il fianco

un sogno rattrappito

di vita più sincera.

Ho visto l’altra sera…

amici conosciuti, delle ombre

a fior di pena:

per lui, i grigi  baffi radi

raccontano l’incontro fatto  al buio

con stolidi malanni

l’oblio degli amici

e il senso dell’inutile, truccato

con i piatti  troppo ricchi della cena.

Ho visto l’altra sera…

la donna favolosa

cercare ancora occhi

per credere di esistere

ed essere la foglia sempreverde

che vibra a primavera.

12 novembre, 2016

Ciao, Leonard !

Classé dans : 2016,Amicizia,Amore,In English,Les autres,Les classiques,Life,Tristes — galatea @ 11:34
Image de prévisualisation YouTube

 

http://www.uwo.ca/english/canadianpoetry/cpjrn/vol33/diehl-jones.htm

5 novembre, 2016

Solo donne basse al camposanto

Classé dans : 2016,Gli amici poeti italiani — galatea @ 17:09

 da malatesta » 1 novembre 2016, 16:29

 

 

Al camposanto nuovo niente sembra
tutto è anima del vento

due monache rosse di lumini in viso
non si curano della gonna
che vola libera di dio
vanno al passo della vita giovane
non è tempo ancora
di essere ombre di cipressi

i marmi verdi del guatemala
hanno vene scure di trapassati dolori
ma solo di donne basse
le alte forse
sono travestite d’aria ancora
ubriache di danza della notte nera

nessuna orma ha il cemento
né ticchettii di classe
solo silenzio di piedi di gomma
a negare il sorriso della ghiaia
e la paura dei bimbi
quando si era in mano di mamma

è fuori luogo un pianto tardo
ché ricordare è festa

« L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica »
Andie Nordgren

4 novembre, 2016

Non chiedermi quando…

Classé dans : 2016,Amore,In italiano — galatea @ 18:22

peintures_onirique_21[

Image de prévisualisation YouTube

 

Coglierò un giorno i segni gravidi

di tante  ferite e  di mancate tenerezze ?

Avrò una sera occhi senza veli

con cui  vedere

l’arido che avanza

e le ali grigie dell’  indifferenza ?

Saprò un mattino sentire chiaro

un  tuo messaggio  ricco di parole

ma che mi tocca invano ?

Non chiedermi quando…

sono sicura

verrà un giorno che ricordarti

sarà un dolore tanto profondo

ma insufficiente per il mio ritorno…

 

 

31 octobre, 2016

Brume siciliane

Classé dans : 2016,Amore,Autunno,In italiano,Les autres,Life — galatea @ 19:52

Stasera scende…
sui nostri ricordi
un accenno di grigio
carezza morbida intorno alle cose
ovatta morbida per temperare
incandescenze e umori vivi

Ci siamo dati rami fioriti
parole doni appese ai giorni
mille promesse d’assiduità
grosse catene in ferro di certezza
una devozione per rassicurare
e rinforza ciò che noi siamo

Stasera scende…
sulla nostra unione
un vento gelido che non mi allontana:
Tu sei quegli occhi che sanno vedere
la luce piena dentro il mio cuore
Io sono Gaia, la spiaggia immensa
contro il tuo dolore

 

 

e …la versione in francese

 

Ce soir descend…
sur nos souvenirs
un voile de gris
douce caresse autour nos membres
ouate douce pour tamiser
humeurs trop vifs et incandescences

On s’est donnés branches fleuries
et cadeaux-mots suspendus aux jours
mille promesses de continuité
des chaînes en fer de certitude
une dévotion pour rassurer
pour reinforcer ce que nous sommes

Ce soir descend…
sur notre union
un vent glacial sans me repousser:
tu as les yeux qui savent voir
la pleine lumière dedans mon coeur
Moi, je suis Gaia, la plage immense
contre ta douleur

 

 

 

Brume siciliane dans 2016

 

 

 

Image de prévisualisation YouTube

 

 

29 octobre, 2016

Sitting

Classé dans : Non classé — galatea @ 15:35
Image de prévisualisation YouTube
1...34567...80
 

Adorable Rencontre |
juno39 |
Du polar à lier |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Instantanés littéraux d'Afr...
| Réflexions pédagogiques par...
| Abandons