Accueil 2018 Quell’urlo ancora ignoto.

Quell’urlo ancora ignoto.

0
0
41

18301841_1048476955288288_8484506784960649773_n

 

Non conosco la tempesta

che mi sdradica.

Sono onde furiose, accanite

strappaterra, quelle che ora

mi ricoprono ogni giorno

Troppi brividi improvvisi…

e ancora quel bisogno

di sentirmi ospite grata.

Forse vado, forse chiudo…

anche se non ho capito

anche se di questo gioco

amo sempre le sue regole confuse.

Lascio gli occhi accesi al mondo

per vedere i possibili bagliori

di altri naufraghi smarŕiti.

 

Charger d'autres articles liés
Charger d'autres écrits par galatea
  • Decostruzioni

    E non vorrei dimenticarti. Raccolgo tutto per non farti sparire e indosso anche le tue par…
  • Così mi pare

        Vadano dove vogliono tutti questi giorni. Le loro ossa, reticolo di tristezz…
  • Après toi ?

        En écoutant  une voix que j’aime , celle de Neil Young , vieux compagnon aux…
Charger d'autres écrits dans 2018

Laisser un commentaire

Consulter aussi

Non basta più

  È l’anemia che si propaga liquida disfatta di una insufficienza su questo ring siam…