Galatea Belga Broderies

Bienvenue sur mon blog . Un peu de ma vie mais pas nécessairement le plus essentiel…

  • Accueil
  • > Archives pour février 2013

26 février, 2013

Radici &E se ci occupassimo noi del nostro Paese, dei nostri quartieri ??

Classé dans : Journal,Les autres,Liens,Life,Un peu de moi... — galatea @ 21:04

 

 

 Radici &E se ci occupassimo noi del nostro Paese, dei nostri quartieri ?? dans Journal castiglione-300x225

 

 

 

Le radici sul monte

e gli occhi verso il mare

quei siciliani  biondi del vecchio quartiere

tra la via Pagana budello tra le scale

e la via Bellini che gira tutto  intorno

discesero verso la Valle lungo quel sentiero

antico , tortuoso

riparo di folletti bizzarri e  generosi

e sotto il Miramare anche franoso

rimasero incantati tra  viti

campi d’oro  e  uliveti

di quella striscia

in mezzo agli acquitrini

dove le acque chiare e fredde

di un fiume quasi sacro

gorgogliano tra rocce blu cobalto

e fronde d’oleandro e bagolari

e il volo di aironi che proteggono  dall’alto

superbi e singolari

 

****

 

E se cominciassimo a vederci NOI protagonisti e responsabili dei nostri quartieri , del nostro Paese ??

 

Parlare di volontariato, nelle nostra terra che conosce cosi bene la disoccupazione cronica come status a tempo indeterminato può quasi risultare provocatorio.

 

E però, a guardar bene , se non ci occupiamo noi , in prima persona del nostro territorio , dei nostri centri abitati , nessuna Amministrazione , anche la più efficiente e in grado di ottenere finanziamenti adeguati , può garantirci la pulizia , il decoro , il buon funzionamento.Se bastasse pagare davvero le tasse per avere una società che offre servizi adeguati ed efficienti , sarebbe solo necessario andare a scovare quei cittadini che non versano i contributi , non pagano le bollette, non hanno senso civico , desiderio di fare la loro parte, e con un po’ …di pazienza e forse avremmo risolto tutto. 

 

La verità è che questa condizione ideale di cittadini consapevoli e responsabili non ci sarà mai e che per rattoppare i tanti buchi dei mancati pagamenti , per eliminare il danno di inefficienze e inettituduni e della corruzione sanguisuga , dovremo sempre vigilare , denunciare e…FARE per non trovarci sommersi da rifiuti , da polveri e da situazioni che nulla aggiungono di positivo al nostro già difficile vivere quotidiano.

 

Giusto per fare un esempio la Prima Conferenza sul Volontariato, organizzata l’8 marzo dal Comitato Cittadino pro-S.P. 81, per far rivitalizzare Castiglione a costo zero, ha lo scopo di farci dare un ‘occhiata a noi tutti cittadini ad angoli, quartieri del nostro Paese e delle frazioni , per farci constatare le condizioni in cui si trovano strade semi abbandonate che ,pulite e decorate con un minimo di sforzo e un po’ di creatività , potrebbero far risaltare meglio il senso di appartenenza a questi luoghi di noi tutti e anche la bellezza antica e assolutamente dignitosa di una cittadina che potrebbe divenire un punto di riferimento per tutta la Valle dell’ Alcantara.

 

Allora uniamoci e partiamo per realizzare dei micro progetti di quartiere senza aspettarci che ci debba essere SOLO sempre la super capacità di Un padre Amministrazione che veglia su tutto e RISOLVE tutto.

 

 

Il volontariato, che non deve sostituirsi alle istituzioni , serve per mettere in luce  area ancora ignote che richiedono attenzione e supporto .Esso serve come avvio per nuove attività che dovranno poi essere gestite dagli Enti responsabili.  E’ fondamentale nelle emergenze , calamità,  nei casi in cui in cui l’assistenza è carente , inadeguata e non solo per negligenza…

Il volontariato è anche la maniera nobile che hanno tutti i cittadini che lo desiderano e possono anche solo tramite internet , scrivendo o telefonicamente, di dare alla sociètà un po’ del proprio tempo, delle proprie energie , capacità, abilità acquisite per migliorare la qualità di vita di un gruppo, di un singolo o di un’ intera cittadina … E’ il plus che fa la differenza e che, se fatto con il giusto spirito, unisce e ci fa sentire parte di un Tutto.

 

 

24 février, 2013

Skimming &Scanning

Classé dans : Non classé — galatea @ 16:47

 

Un regard compas

pour surveiller les rayons

bleus de la lumière

Tourner  en ronde

sans compliquer le shufflement de l’échiquier

et le mouvement d’une green artère

Les aubes arrivent presque

à minuit, froides, altères et sans un cri

je soigne, je panse un long ennui

pour  ressortir du cul de sac de l’oubli

planant, legère vers le grand pic

de mon idéal

 

L e rime non le cerco mai anzi quando appaiono sono solo il frutto di una trasandatezza eccessiva.
Lo so, è antipatico parlare di atteggiamenti sciatti chiaccherando di « poesia  » ma la realtà è che io non desidero essere lirica o almeno non è il lirismo delle parole limate e incastrate alla perfezione che cerco , e allora ciò che scrivo è solo un « bolo » risultante di cose ingoiate e non sempre ben digerite.
Skimming &Scanning 3365640

 

602694_387494128013239_2095963846_n-300x233

21 février, 2013

All along the watch tower& I tanti NO ! di un Comitato

Classé dans : In English,In italiano,Journal,Life,Un peu de moi... — galatea @ 11:33

All along the watch tower& I tanti NO ! di un Comitato dans In English 439523244853235495_zosjk67d1-300x206

 

 

 

When ignoring becomes a must

It’s time to avoid the invisible dust

When at dusk

Everything looks unjust

And the man is

On the brink of the blast

It’s time to take the risk

Kicking trolls and liars away

****

 

Il Comitato Cittadino come  segno di risveglio civile e i suoi tanti NO !

Un Comitato Cittadino , per definizione è pubblico e i suoi membri , soci , non sono dei Robin Hood mascherati .Essi hanno una identità che dev’essere nota e che garantisca agli altri cittadini che verranno coinvolti , della  serietà e coerenza necessarie per portare avanti una lotta per un diritto negato  o altro.

Un Comitato ha dei fondatori , persone che hanno a cuore un problema da risolvere e fanno un gesto pubblico di volerlo risolvere insieme ad altri cittadini che condividono l’idea.  Per motivi organizzativi, un Comitato ha un gruppo ristretto di soci  chiamato direttivo che serve a far svolgere meglio la funzione del Comitato, soprattutto verso l’esterno e per meglio arrivare all’obiettivo oggetto della formazione del Comitato stesso.

I  membri di un Comitato lavorano , offrono il loro tempo e le loro energie in modo assolutamente volontario e gratuito per  promuovere, realizzare  un progetto utile a un gruppo o a tutta la comunità . E’quindi  quasi automatico supporre che chi decide di farne parte deve tenere costantemente in mente queste caratteristiche fondamentali.

Un  Comitato diventa gruppo attivo e attento a cogliere tutte le informazioni con l’aiuto , il servizio di tutti i suoi  membri , con una circolarità delle informazioni con un controllo amorevole dei vari atti , per evitare di entrare in aree di scorrettezza formale.

La lealtà e la fiducia tra i membri sono requisiti essenziali che permettono SEMPRE di superare le inevitabili divergenze dovute a diversa formazione culturale e di approccio tipico di ogni personalità.

Il servire più padroni, l’avere degli scopi taciuti ma primari per i membri che si associano crea , inevitabilmente contrasti fino al punto da pregiudicare la capacità di scegliere la linea guida per il Comitato.

Infine,  volendo soffocare  l’anima ispiratrice, il  soffio ideale  di un Comitato e quindi la sua capacità di catalizzare l’attenzione e la voglia di fare degli altri cittadini  è sufficiente, polemizzare , sottolineare aspetti che nulla servono a fini del Comitato , far ritardare ogni azione con pretesti assurdi e carnevaleschi* , giusto per mettersi in luce come pseudo sapienti ,  individualisti alla ricerca di una ribalta più che del bene del propria cittadina , oppure  è sufficiente senza alcun merito creativo , coltivare lo sport preferito delle realtà immobili e senza futuro : il parlare senza mai fare.

 

Buon Comitato a tutti !

*Carnevale famoso giudice capace di far tornare liberi  fior di mafiosi a colpi di cavilli legali.

20 février, 2013

Castel leone

Classé dans : Non classé — galatea @ 22:25

Castel leone san-vincenzo-300x225

I serpenti a sonagli

han fischiato ieri sera

crotali infelici nutriti

da politici tintinnanti e incapaci

produttori di stasi

 

Il grano e l’oglio

al soffiare del vento

han preso ognuno una direzione

verso una meta adatta al loro peso

e tutto il resto è  stato solo vacuo

produrre di parole al vuoto appeso

 

Adesso danzo

al suono di un benessere profondo

certa che resterà una traccia

malgrado quel sentiero cosi tortuoso

che porta su al monte

tenendo il cuor  sospeso

 

19 février, 2013

happy go lucky

Classé dans : Amore,Journal,Un peu de moi... — galatea @ 18:41

happy go lucky  dans Amore happy_go_lucky01-300x225

18 février, 2013

All’uomo Facis dagli occhi verdi- Piazza Lauria

Classé dans : Amore,In italiano,Journal,Les autres,Liens,Life,Un peu de moi... — galatea @ 17:43

All’uomo Facis dagli occhi verdi- Piazza Lauria dans Amore facis-300x210

 

All’uomo Facis dagli occhiverdi -Piazza Lauria
Sto risalendo
le tue stesse scale
quelle che dal borgo vicino al mare
arrivano su alla fortezza greca e al belvedere
Sto rifacendo
quello stesso cammino
pieno di curve e muri verdi
di muschio perenne
che hanno conosciuto tutti i nostri cari avi
Sto ripetendo
Come in un dejà vu
Le crisi e i patemi di un tempo che fu
Sto ritrovando
Quelle facce che tu ogni giorno
vedevi stanco tornando a casa
con la tua bianca Seicento
Sto risentendo
sulle lastre nere
di quella piazza, allora ancora altera
le voci , i suoni di un paese
nobile e dal futuro, ormai, senza pretese
Sto cominciando
figlia del mio tempo
cancellando quel tuo intimo pianto
e quel desiderio profondo di sperare
con i tuoi figli consapevoli e utili cittadini
di questa enclave , il nostro mondo
Siamo tutti qui
a ricordare quei tuoi giorni
figli, nipoti e sinceri amici di colui
che si spese per gli altri
dimenticando di cercare dei ritorni.

17 février, 2013

Le club de la cambrure

Classé dans : Journal,Les autres,Life,Loufoque,Un peu de moi... — galatea @ 15:42

Le club de la cambrure dans Journal 392498_383876055018002_47265136_n-212x300

Chacun sort de ses démons ou de sa maladie selon sa nature et son inspiration…
Moi, je sors d’un long tunnel de la cortisone avec mon loufoque sérieux…qui rime juste à ma vision de la femme et de l’ homme.

 

L’ami poete Hisaka me pardonnera, j’espère , pour m’avoir inspiré ces vers..

Notre point d’attache
Est un pôle mineur
Situé à trois quarts de notre hauteur

Et nous grimpons mais juste peu
pour ressentir l’ivresse sublime
De nos balades si dominantes
Si excitantes de belles tantes

Nous planons bas
Pour effleures tortues dunes
De mâles souriants
Ayant le monde dans une femme

*Nos-main’s habiles
Nous perpétuons la race des * billes
Qui roulent , se mouillent
Sans un vrai but sauf le plaisir
De l’homme chef de la tribu

Que nous croyons pouvoir gérer
Grâce à la ligne de notre cambrure

 

Demain, peut être, nous ouvrirons
Les yeux pour enfin comprendre
Que de notre jeu la performance
Doit avoir des règles bien sur joyeuses
Mais qui nos font utiliser
Aussi le reste de nos *hémisphères

Nos-main’s : qui n’ont absolument rien d’un homme
Billes : belles
Hémisphères: tous les magnifiques rondeurs de la femme


16 février, 2013

sotto il mio burqa

Classé dans : Non classé — galatea @ 16:43

 

Image de prévisualisation YouTube

sotto il mio burqa 198311_515237648489050_2078686876_n-234x300

 

 

Sotto il burqa dalle pareti

di acqua stagna

rigiro il capo come un’ammiraglia

lenta , incapace

di svoltare  veloce

 

Le paratie s’abbassano a una a una

e l’acqua prende il posto del respiro

faccio il solletico alle ore vive

ma mi  deridono guizzanti

 

Vedrai

domani tornerò invadente

ad afferrare la vita

con degli arpeggi e delle rime un po’ ribelli

e il vento

tornerà a soffiare

caldo o impetuoso

tra i capelli

 

 

14 février, 2013

Pollicina vuole rientrare a casa…

Classé dans : Amore,Life,Un peu de moi... — galatea @ 14:31

Image de prévisualisation YouTube

Pollicina vuole

ritornare a casa

dentro quella  pelle chiara  che la rassicura

 

Pollicina è stanca di stare ad aspettare

il ritorno pieno della sua natura

e di quella  lena che battendo i  passi

attraversa  i giorni con  grande dolcezza e a volte tanta pena

 

Pollicina vuole  ritornare al mare

muovere i suoi passi sulla sabbia d’oro

mettere le vele e scivolare ancora

su quell’onda instabile che la porta al mondo

 

Pollicina vuole risentire ancora

quella sua conchiglia che riflette il sole

e i confusi canti della sua  strana terra

 

 Pollicina scruta

forse troppo seria l’orizzonte

e vi cerca i segni di un sentiero nuovo

tra quelle sue pieghe di umori neri

e le braccia calde di un amore grande

che  non l’hanno  mai  lasciata neanche un giorno

 

 

 

 

 

 

Pollicina vuole rientrare a casa... dans Amore 26003_447790245275454_1506817547_n-300x220

 

 

13 février, 2013

Le cadeau d’Elyse Claire à ma vallée…

Classé dans : Amicizia,Journal,Les autres,Life,Un peu de moi... — galatea @ 23:15
Image de prévisualisation YouTube
12
 

Adorable Rencontre |
juno39 |
Du polar à lier |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Instantanés littéraux d'Afr...
| Réflexions pédagogiques par...
| Abandons