Galatea Belga Broderies

Bienvenue sur mon blog . Un peu de ma vie mais pas nécessairement le plus essentiel…

  • Accueil
  • > Archives pour novembre 2012

29 novembre, 2012

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto- A me gli occhi , please !-Scriptum

Classé dans : Brevi,In italiano,Journal,Racconti/nouvelles,Un peu de moi... — galatea @ 20:57

 

Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto- A me gli occhi , please !-Scriptum dans Brevi 12752_392526887483155_992082028_n-229x300

Image de prévisualisation YouTube

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto- A me gli occhi , please !-Racconto

“La mia felicità è la realtà banale di un altro “, questo è il mio motto.
Si , perché amo riciclare , riadattare, reinventare collocazioni e usi , trasformare , sublimare…
Allora, legata come sono al già vissuto come potrei essere travolta da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto ?

A sei anni , non ricevendo , ancora una volta, dei regali , cominciai la serie dei miei natali da favola.
Presi delle vecchie penne stilografiche di mio padre , le avvolsi con cura in carta da regalo e aspettai la notte di Natale per farmi la sorpresa.
Funzionò !
Ho smesso di attendere , faccio.
E mi mi pace sorprendere gli altri , Amo inventare situazioni alla Carrà , senza premi ma con il gusto di aver intuito un desiderio , un bisogno frustrato.
Da allora ho imparato a shakerare le mie risorse , a incorporare un po’ del nuovo giorno che passa e, con il plus di sguardi , frasi , nuove parole e qualche piccolo deplacement , ecco che l’agosto travolgente mi sorprende costantemente e io navigo , spesso accompagnata , nelle acque azzurre di questo mondo , ancora curiosa , ancora stupita…

28 novembre, 2012

Stūpa

Classé dans : 2012,Amore,In italiano — galatea @ 17:29

 

Un canovaccio senza pretese

raccoglitore delle espansioni

che questo cuore ama creare

 vere onde lunghe di un sentimento

che attraversa i poli

opposti del nostro mondo

Eppur si muove…

eliocentrica connivenza

che il  vento aiuta a dilagare

tra quelle orbite tutte infinite

che ricompongono in emozione

corpi vaganti

e  consenzienti

quando l’essenza

è beatitudine

assenso plurimo del divenire

fonte suprema di comprensione

e quotidiana ispirazione

Stūpa dans 2012 556454_467533616610386_1719323051_n

25 novembre, 2012

Pan ha la tuta blu

Classé dans : Les autres,Life,Non classé,Un peu de moi... — galatea @ 9:03

 

Pan ha la tuta blu dans Les autres panwww.mainlesson.com_-214x300

 

La tuta blu è libertà
per quel suo corpo ostile alle briglie
e il suo sorriso è sempre presente
quando il sincero fa da compare

Aci ti sente ma si allontana
libero, forse delle nostre follie
abitatore di un mondo diverso
dove la vita non è perversa, è solo istinto

Aci ti osserva per un istante
poi scappa corre incerto
lungo il suo niente, la sua strana via

Aci è coperto di blu esteriore
e suona e danza il suo flauto-vita
senza armonia
senza spartito
soffiando ignaro
le sue grida , il suo essere vivo
sfiorando i muri dell’isolamento

 

 

 

23 novembre, 2012

Les paupières se baissent tôt…ou les belles d’hier flanent incertaines

Classé dans : Amore,Tristes,Un peu de moi... — galatea @ 20:44

Les paupières se baissent tôt...ou les belles d'hier flanent incertaines dans Amore 46218_513329838679831_932745139_n-250x300

 

 

Les belles d’hier flânent incertaines
tous leurs novembres sur les épaules
l’envie bohème encore vivante
leurs pieds tremblants qui accompagnent 
anciens désirs de jeunes envieuses
de voir le monde

La solitude est compagne haïe
et les programmes de la télé sont des amis 
auxquels ne peuvent jamais hurler
les nuits d’angoisse et leur galère 

Les belles d’hier recherchent avides
des bras solides pour s’accrocher à une vie en fuite
et raconter comme en refrain le bon moment
d’ un hier parti

Les belles d’hier , comme ma mère
t’ouvrent leurs coeurs d’amantes tendres
avec les chants de leur jeunesse au parfum de violes
quand les roses et leur incarnat 
avaient encore la même couleur

******

Le belle d’ieri vagano incerte
con quei novembre sulle loro spalle
uno strano pizzico di bohème
che le solletica
anche se i piedi che le accompagnano
sono tremanti
lasciando intatti gli antichi sogni e il desiderio
di andare a scoprire il mondo intero

La solitudine che a loro s’impone
è detestata è una nemica
e i programmi della tivù sono amici strani
ai quali mai potranno dire
di quelle notti cosi infinite
e della gabbia della vecchiaia

Le belle di ieri cercano avide
un braccio solido come un bastone
per arrestare una vita in fuga
e raccontare con dei refrain
i giorni belli
d’un ieri andato

Le belle di ieri , come mia madre
ti aprono il cuore coi loro canti
di amanti tenere che odoravan di viole
quando le rose e la loro carnagione
ancora avevan lo stesso colore

A ma mère et ses amies 24/11/2012

 

 

 

 

Image de prévisualisation YouTube

 

 

 

 

 

 

19 novembre, 2012

Malanotte- Scriptum

Classé dans : Non classé,Racconti/nouvelles,Un peu de moi... — galatea @ 18:24

Malanotte- Scriptum  dans Racconti/nouvelles 250005_398234150250426_519754371_n-225x300

E’ stato durante una di quelle notti insonni che ho trovato questo sito , per caso.
Non volevo neanche cliccare per aprire la pagina. Non sono una che osa , né tanto meno una che ama il rischio , la possibilità di entrare in universi che potrebbero catapultarti in un altrove che scardina tutto.
L’ho fatto, per una volta audace.
Pfffffffffui , quanta roba , assolutamente mai vista e quanta gente iscritta.
Chi l’avrebbe mai detto ? Tutti apparentemente compassati , lontani da questi luoghi dell’intimo , dell’abbandono della razionalità. Si, pare che facciamo quotidianamente a gara a chi mantiene la facciata più rispettabile , magari mugugnando, ma ci proviamo.
E là, ecco il dietro le quinte , il sospettato forse , ma generalmente invisibile.
Entro, troppa voglia di provarci , passare , fare la funambola sul filo della vergogna ,dello scacco.
La setta ha i suoi riti , un linguaggio arcaico e pare che agisca senza pietà con chi non ce la fa…

OK , mi dico , fatemi a pezzi , divoratemi , discettatemi ma leggetemi !

17 novembre, 2012

Caffé mediterraneo – lettera -Scriptum

Classé dans : Racconti/nouvelles — galatea @ 15:28

 

 

 

 

 

Caffé mediterraneo - lettera  -Scriptum dans Racconti/nouvelles 384966_10151428242759505_2068227704_n-1-300x171

 

 

Il mare , la luce di un tramonto sereno  , forse l’Etna sullo sfondo, per aiutare un po’ a riscaldare l’atmosfera e noi due , finalmente insieme per un caffè.
Certo un caffè , bevanda quasi trasgressiva , perché lontana dalle mie consuetudini e dalle mie possibilità di supereccitabile difficile da placare.

Come arginare le ondate  di scambi , mettere un ostacolo . Sarà  impossibile sentire un silenzio imbarazzante ; se non saranno le parole ad avvolgerci reciprocamente, saranno gli sguardi , i ricordi di tante parole a sommergerci di sensazioni e di quella voglia incommensurabile di raccontarci
, fino a divenire assolutamente trasparenti e assorbibili l’uno per l’altro.

Più di una volta,  ho cercato di spiegare che non sempre la vita ci dà la possibilità di prendere tutto quello che essa stessa ci offre.
Si , capita infatti di ricevere più di quanto possiamo prendere e accettare. La nostra felicità alloradipende da come sappiamo trasformare questo tanto di più in amore , in amore per l’altro e per la vita .
Saremo curiosi , appoggiati al nostro tavolo ma protesi ,fino a ridurre alle due tazzine la distanza tra di noi. Ironici, faremo quelle domande rassicuranti per sapere e risponderemo teneramente sinceri , bisognosi di farci un posto permanente l’uno nel cuore dell’altro.
Rinnoveremo la nostra danza , fatta di equilibri tra le virgole della nostra voglia di vivere e i punti fermi delle nostre scelte immodificabili.

Le nostre dita si sfioreranno e , come nella creazione, l’amore eterno avrà inizio.

Ménagère de nuit

Classé dans : Les autres,Non classé,Racconti/nouvelles,Un peu de moi... — galatea @ 14:22

Ménagère de nuit dans Les autres 3412_4889494358716_1521696880_n-226x300

16 novembre, 2012

Interlude

Classé dans : Les autres — galatea @ 2:21

Interlude  dans Les autres 185600_10150172421289505_240688_n-300x225

 

Sting -All this time

 

 

Un sole quasi in fuga

si ferma alla mia finestra

frugando tra le nuvole

e le gocce di pioggia

che scendono un po’ meste

 

Il sole riappare

a rimirare quel che resta

di un’estate calda

ed  una lunga festa

 

Il sole, ancora un po’ indolente

risfiora la finestra

cercando forse

specchi dove poter brillare

e stendere ancora un  po’ di luce

senza dover partire

15 novembre, 2012

Non basta più

Classé dans : Autunno,In italiano — galatea @ 11:35

 

È l’anemia che si propaga

liquida disfatta di una insufficienza

su questo ring siamo alle corde

e dentro i pugni  c’è solo la carenza

Seguendo  il cane , ignaro delle attese

cerco nell’erba  i segni divinatori

di alternative o altri possibili bagliori

ma trovo  tracce di un vivere isolato

Mancano braccia, mancano tepori

mancano voci  e suoni di attenzioni

freddo e distanza fanno l’equazione

a sfilacciare le reti della compassione

Restano in mano solo le parole

e qualche pallida ma solida

emozione

 

Non basta più dans Autunno 65398_480915501953620_1591977601_n-300x300

 

 

 

 

 

10 novembre, 2012

Searching for a part of my life

Classé dans : Amore,Les autres,Tristes — galatea @ 16:04
Image de prévisualisation YouTube

 

The same o’clock

At the everlasting tune

When it chimes

The fate of my  fortune

Falling  from the air

Rolling  against  the  worthless finery

Shaping the dreams of a liquid persona

Are-you the same or just

A waiting icona ?

You know

I lost  the spirit of my ghost

Now I’m dreaming the swinging of the lost

12
 

Adorable Rencontre |
juno39 |
Du polar à lier |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Instantanés littéraux d'Afr...
| Réflexions pédagogiques par...
| Abandons