Accueil Amore Ho vissuto al di sopra della mie possibilità && Notte serena&Being nothing& Nell’ordine della giarrettella

Ho vissuto al di sopra della mie possibilità && Notte serena&Being nothing& Nell’ordine della giarrettella

0
0
10

Ho vissuto al di sopra della mie possibilità && Notte serena&Being nothing& Nell'ordine della giarrettella dans Amore 548482_387152921339455_1916902207_n1-245x300

 

 

Le mie tante vite continuano a rincorrere e a tormentare il mio povero corpo troppo debole e limitato per poterle ancora accogliere e farle divenire…

È finito il tempo dell’espansione gioiosa , dell’avanzata quasi illimitata e del provarsi e reinventarsi con piacere profondo  e puro.

I miei confini sembrano essere  stati identificati e non mi resta che adattarmi a questo spazio delimitato per sviluppare altre capacità.

E’ chiaro che non rinuncio al fare e al modificare, ma  l’ebbrezza del pionierismo , del nuovo da scoprire e fare  diventare mio è ora un’ebbrezza di un tempo che fu.

Ora è il tempo di scegliere e di eliminare per avere un presente gestibile e ancora fruttuoso anche se caratterizzato dall’immobilismo corporeo.

Giocare a partire ancora , ma solo con la mente , questa è la  mia nuova sfida.

E intanto bisogna sfoltire , eliminare quel troppo che non può coabitare con il presente.

Ma quanto è difficile tagliare , allontanare , smettere di mantenere in vita.

Non ho lo spazio fisico per dare sviluppo a certe parti di me , non ho la capacità di armonizzare , in questo luogo e questo tempo degli altrove che mi riportano lontano e rischiano di farmi divenire , ora , un’aliena , una sradicata a casa…

So che ho vissuto come se potessi essere eterna e assolutamente autonoma.

Ma la verità , dimenticata per tanti anni , è che sono una povera mortale che ha bisogno di coordinarsi con gli altri e  l’altro e che deve fare i conti con la realtà.

Troverò  un adattamento , troverò il posto per il sogno…

Continua…

 

 

 

Notte serena

E quando tutti dormono
torna la voglia di fare
e le mille idee che non voglio far svanire

Nella cornice buia
spariscono i confini
mi sembra di navigare
guidata da un delicato vento
alla ricerca di un nuovo vivere
conosciuto soltanto dal mio istinto

Respiro
infine leggera
e ascolto le mie proposte per ritornar serena
domani la luce di questa estate
calda e strana
farà sparire questa ispirante atmosfera

Being nothing…

 

People and places

can change us

and without them

we may feel at  loss

 

These days I wander

like searching for myself

lost somewhere

without knowing my value and weight

 

These days I wonder

If there is a me

without my freedom

and some time just  for myself

 

People and places

make us  what we are

and without them

we are nothing and nowhere

 

 

 

 

Nell’ordine della giarrettella…

Le pale leggere del ventilatore sembrano continuare a spostare altrove l’idea-soluzione per cominciare a fare un po’ d’ordine.
Il caldo , un altro alibi per giustificare l’impossibilità di accorpare i miei tanti vissuti in un’unica, nuova vita.
Le esecrate disarmonie mi paralizzano ma non so dove togliere , tagliare o eliminare completamente. Per ora ammucchio dentro i sacchi di plastica quei giorni non memorabili rappresentati da vestiti scelti male , dai colori ammazza umore o mortificanti nella forma.
E intanto mi chiedo : quante volte sono riuscita a indossare l’abito seconda pelle che mi ha fatto sentire leggera e a mio agio ? Quell abito magico che mette il buonumore e ti fa superare i confini mediocri di un corpo non sempre accettato e di un look spesso non in sintonia con la nostra autentica personalità?
È forse ridicolo immaginare che l’abito conduce il nostro essere verso conquiste interiori , facendoci rimuovere tante barriere esterne ?
Non credo, ogni dettaglio che scegliamo per comporre il nostro insieme visibile agli occhi degli altri , contribuisce al nostro successo o al nostro fiasco come cellule sociali.
Intanto che rifletto , facendo ondeggiare i miei pensieri, ammucchio dei g -strings dei quali non so decidere la sorte.
Oggetti rappresentativi di una certa femminilità sensuale e per niente gioiosa , li getterei tra le cose non riciclabili, per decretarne l’abolizione definitiva.
Quanti indumenti , strumenti , efficaci , di tortura psicologica continuiamo a mettere noi donne , pur di non restare fuori dal gruppo delle sensuali e attraenti e necessariamente appetibili ?
Il g-string non segna sotto i pantaloni o certi vestiti aderenti , magnifico ! ma segna dentro i solchi naturali del nostro corpo sinuoso ma bisognoso di libertà e protezione nei movimenti.
Quanto è antico il discorso sulla necessità dei tessuti che ci coprono e quanto esso è legato alla mentalità ,ai bisogni suggeriti e imposti dell’epoca in cui viviamo ?
Troppe spesso , soprattutto noi donne , sottoposte alla scelta degli uomini, anche a causa dei nostri numeri ancora abbondanti , pur di di garantirci il colpo d’occhio selezionatore e poi una certa stabilità di interesse nei nostri riguardi , apparecchiamo il nostro corpo con autentici strumenti di tortura che hanno la funzione di mostrarci , sottolineare i punti di forza di sempre di una femmina.
Ecco, noi continuiamo a restare soprattutto delle femmine che si fermano davanti alla soglia del divenire donne, cioè essere pensanti dotati di fascino e capaci di gestirsi e gestire il mondo.

  • La grande muraglia

    Sei…sei, si, ancora sei la grande muraglia che protegge e confina e quella  forza che isti…
  • Evenos-temps rélatif

        Temps rélatif   Mon coeur bat Trop de secondes Sur cette ligne chaque j…
  • train de vie

  • Lueurs de la nuit

    …et les nuits sont des nids larges couvoirs de feuilles envies tendres branches souvenirs …
  • With a little help from…

        Avez- vous noté que -souvent- ceux qui aiment se specialiser dans la proposi…
Charger d'autres articles liés
  • train de vie

  • Lueurs de la nuit

    …et les nuits sont des nids larges couvoirs de feuilles envies tendres branches souvenirs …
  • With a little help from…

        Avez- vous noté que -souvent- ceux qui aiment se specialiser dans la proposi…
Charger d'autres écrits par galatea
  • Lueurs de la nuit

    …et les nuits sont des nids larges couvoirs de feuilles envies tendres branches souvenirs …
  • Le presque parfait

        As-tu cherché pour un temps infini la chanson douce un jour entendu ? Elle a…
  • Azzurro

         I posti all’ombra sono tutti occupati, i gatti dormono, sembrano beati. L’azzurr…
Charger d'autres écrits dans Amore

Laisser un commentaire

Consulter aussi

Last Christmas …Ciao Michael !

Ricordi, ricordi quando bastava uno sguardo per cambiare d’umore e immaginavi quasi …