Accueil 2011 Sabbie d’oro a Naxos

Sabbie d’oro a Naxos

6
0
95

Sabbie d'oro a Naxos dans 2011 naxoxagg 

Image de prévisualisation YouTube 

Image de prévisualisation YouTube

 

Le grand jaune  se cache

Au tourner de
longues heures de cinabres

Qui étourdissent et nous lassent


Nos fraîches douches nous ravivent
Et nos corps

Oeuvres sculptures , couvertes de brune chair

Deviennent diffuseurs de fragrances
Emanant une   bleuté de primeur


Sous la voûte chauffante
De cette longue nuit estivale
Nos pas lents se mêlent
A’ l’ecume des ondes
Tremulantes  et gueuses
Qui viennent vite confondre
le passage de nos nues plantes

L’eau  limpide et  tiède

A une  louer vibrante
De murène en attente
Sa présence silencieuse
Infiltrante et curieuse
Entre  nos pas sans pose

Sur la scene de la baie
Nous faisons  notre pause
Le ressac régulier

De l’eau calme et chaude

Est une libre harmonie

De notes douces chuchotées
A’ chaque  onde de la mer qui
Douce lèche la rive

Je m’incline
Tu m’accueilles d
ans ton anse

Et ta joue
Je ressens qu’elle  effleure mon visage
Nos mains jointes
Nous restons en silence
Juste une note  bruissante 

 L’ondoyer régulier , la courante   de la mer

versione italiana -traduzione modificata

Alla fine di un lungo giorno
il gran giallo si nasconde
mitigando quelle ore di cinabro
che ci spossano e ci esalano

Delle docce poi ci ravvivano
e ci fanno diventare
diffusori di fragranze
emananti quasi un’azzurra
fresca aura
vere opere scultoree
ricoperte di oro bruno

Sotto la volta, ancora fornace
di questa notte cosi estiva
i nostri calmi, lenti passi
si impregnano di sabbia e schiuma
che ci sfiora quasi tremula

Tante voghe impercettibili
si inframezzano
al passare delle impronte
l’acqua è limpida, brodosa
ha il chiarore tremolante
di murena in attesa, silenziosa
e la sua presenza già assopita
entra fra le dita
senza posa

Sulla scena della baia
noi facciamo anche una pausa:
la risacca regolare delle onde
è un accenno,dolce, quieto
di sottili increspature
e di note sussurrate
ogni volta che un flutto
quasi timido
rilambisce questa riva

Io mi adagio verso te
e tu mi accogli
nella tua ansa profumata

Sento ora la tua guancia
calda che mi sfiora il viso
e le mani sono giunte

Respiriamo
in silenzio
altre note mormorate
dal costante ondeggiare della corrente
lungo i fianchi
delle barche sulla riva ormeggiate

 

29 gennaio 2011,  ispirata dalla foto di Agata Torre Bordonaro e dalla sua visita…

  • La grande muraglia

    Sei…sei, si, ancora sei la grande muraglia che protegge e confina e quella  forza che isti…
  • Evenos-temps rélatif

        Temps rélatif   Mon coeur bat Trop de secondes Sur cette ligne chaque j…
  • Un sasso ?

    …ma forse sono un sasso quantunque mai inerte ! Mi piace prender posto o anche rotol…
  • Pietà !

    Non inseguirmi più. Basta ! Sono assediata, vengo tramortita ad ogni nuovo giorno, l&rsquo…
  • Volli, fortissimamente volli…

      E il terzo  giorno… è risuscitata ancora . Incellulato tutto il magnesio dist…
Charger d'autres articles liés
  • Un sasso ?

    …ma forse sono un sasso quantunque mai inerte ! Mi piace prender posto o anche rotol…
  • Pietà !

    Non inseguirmi più. Basta ! Sono assediata, vengo tramortita ad ogni nuovo giorno, l&rsquo…
  • Volli, fortissimamente volli…

      E il terzo  giorno… è risuscitata ancora . Incellulato tutto il magnesio dist…
Charger d'autres écrits par galatea
Charger d'autres écrits dans 2011

6 Commentaires

  1. galatea

    30 janvier, 2011 à 8:33

    Agata Torre Bordonaro Dear Maria Lilia, You amaze me with your ability to put such strong words to your thoughts & feelings. I look at that photo & something tuggs at my heart strings. Having suffered many years of ill health I am blown away & over joyed that I was able to see these beautiful places in Sicily again. My love to you & your family xxx

  2. galatea

    30 janvier, 2011 à 10:00

    Thanks Aggie!! While I was writing I could sense your passage and all you love for the land of your ancestors!! xxx

  3. galatea

    31 janvier, 2011 à 20:16

    mmmmmmmmmhhhhhh Mariaaa….. penso che, solo chi ha la fortuna di vivere questi momenti, puo’ capire a pieno, solo quelli che ascoltano il silenzio del calore e della fine di ore assolate e dorate, fra natura e amore, puro e vero, puo’ capire!…. mi e’ balenata l’immagine di una poesia di Montale..meriggiare pallido e assorto…non so perche’…forse perche’ molte sue scritture mi immergono nel mare, fra i campi profumati di erba e viole, al caldo spossante che ti prende la pelle e tel bacia all’ardore, all’amore, alle onde e sabbie che fanno parte di noi italiani…fortunatamete! mi riporti ad essere italiana, con un calore dentro nell’anima che nessuno ci puo’ spegnere! ti voglio di un bene incomparabile…grazie Moni

  4. galatea.unblog.fr

    26 mai, 2011 à 19:12

    Sabbie doro a naxos.. Very nice :)

  5. galatea.unblog.fr

    5 juin, 2011 à 15:20

    Sabbie doro a naxos.. Keen :)

  6. galatea

    6 septembre, 2011 à 20:18

Laisser un commentaire

Consulter aussi

Ictus

    Est-ce un train qui passe vite et qui déraille sur les parois de ce réseau ?…